MovimentoInStatale

Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.
MovimentoInStatale

Tra poco sarà votato il Disegno di Legge Quadro sull'Università. Sono previsti rettori manager, tagli e fondazioni private!


    12 Novembre - Sciopero Generale CGIL a Milano

    avatar
    Aurora
    Ospite


    12 Novembre - Sciopero Generale CGIL a Milano Empty 12 Novembre - Sciopero Generale CGIL a Milano

    Messaggio  Aurora Mar Dic 16, 2008 1:56 am

    [Secondo Repubblica]
    Ottimi, secondo la Cgil, anche i dati della Lombardia.
    (è sempre tutto ottimo anche se tutto va di merda)
    In Brianza alla Candy l'adesione è stata dell'80%, ben oltre il doppio del numero degli iscritti, come ha spiegato una nota.
    Ugualmente nel settore pubblico, dove la partecipazione alla giornata di sciopero indetta dalla Cgil è andata molto oltre il suo numero di iscritti. A Milano i manifestanti, circa 80 mila secondo le stime sindacali, si sono messi in marcia da Porta Venezia portando con loro tantissime bandiere rosse del sindacato listate a lutto, per ricordare "la strage delle morti sul lavoro". "Ogni passo indietro del governo è un elemento positivo perché è il segno che la lotta paga", ha detto la segretaria nazionale della Flc-Scuola e Università Morena Piccinini riferendosi al rallentamento della riforma della scuola.

    "Un risultato di grande rilievo - ha commentato in serata il segretario confederale responsabile d'organizzazione, Enrico Panini - anche in considerazione delle avverse condizioni metereologiche e dello stato di calamità naturale proclamato in alcune zone del paese, tra queste Roma, il risultato della partecipazione alle manifestazioni, così come l'adesione allo sciopero, risulti ottimo".

    Sull'adesione allo sciopero generale, Panini ha osservato: "E' stata omogenea nel nord, nel centro e nel sud ed è stata molto buona: ci risulta, infatti, che in molte, tantissime aziende del paese si sia andati ben oltre il doppio del numero dei nostri iscritti, e in alcuni casi addirittura il triplo". Quanto ai settori, continua, "è molto significativo il risultato raggiunto nel comparto industria". Ma è stata buona anche "l'adesione nella scuola ed è andata bene nel pubblico impiego, anche in considerazione che queste due categorie sono state recentemente chiamate a scioperare".

    .. Sarà che un pò di gente è già a casa in Cassa Integrazione,ma chiedetevi:
    Come faremo a pagarle tutte? .. anche questo ci si rivolgerà contro di sicuro!

    da Indymedia, un piccolo assaggio di realtà:

    Il quadro, per chi lo voglia vedere, è di una brutalità sconcertante.
    Per fermare la crisi dovuta alle speculazioni finanziarie dei loro mandanti i governi, varano una serie di misure d' emergenza per assicurare ai soliti noti guadagni facili: Riduzioni delle tasse, privatizzazioni a raffica, licenziamenti col beneplacito dei sindacati concertativi, tutela per banche e grandi finanzieri, tutti salvi, tutti santi; poichè loro ci condurranno fuori dalla crisi a colpi di flessibilità, caccia ai fannulloni, tagli ed evasione fiscale legalizzata.
    Hanno rotto il giocattolo e noi glie lo dobbiamo pagare nuovo e più bello di prima.
    La crisi c'è ma lorsignori non si fanno mancare nulla, non certo la prima della scala, non le grandi opere, da sempre regalo irrinunciabile a mafiosi e tangentisti, nemmeno potevano rinunciare un G8 da 400 milioni.
    Per aggiungere al danno la beffa poi ci dicono di consumare, se necessario a rate, pur di fare ripartire l economia, non dobbiamo preoccuparci, pensano a tutto loro.in pochi mesi sarà di nuovo tutto latte e miele Eppure,forse la frittata è stata fatta, forse questa volta il danno è troppo grosso perché si possano scopare i cocci sotto al tappeto, sotto il sorriso di plastica ed il doppiopetto lorsignori hanno una fifa blu, hanno talmente tanta paura da mobilitare un esercito per ogni starnuto. Un mercatino natalizio trasforma il centro di Milano in una zona rossa ed un omicidio in grecia mette in agitazione le polizie di mezza europa. E questa è forse la migliore lezione che si puo portare a casa dalla crisi gli onnipotenti tecnocrati europei e i loro compari strozzini globali hanno paura di noi: anziani, precari, operai e studenti. Hanno paura, perché sanno, conoscono quello che accadrà, sanno quanto sangue ancora dovranno succhiarci per continuare ad esistere.
    Forse, stavolta, l' hanno veramente fatta grossa.

      La data/ora di oggi è Lun Feb 06, 2023 7:52 pm