MovimentoInStatale

Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.
MovimentoInStatale

Tra poco sarà votato il Disegno di Legge Quadro sull'Università. Sono previsti rettori manager, tagli e fondazioni private!


2 partecipanti

    L'Onda Anomala continua

    avatar
    maxairo


    Numero di messaggi : 22
    Data d'iscrizione : 28.10.08

    L'Onda Anomala continua Empty L'Onda Anomala continua

    Messaggio  maxairo Sab Nov 22, 2008 4:41 pm

    Dicono che siamo per la difesa dell’esistente. Io rispondo che sono loro a rappresentare l’esistente, mentre noi rappresentiamo il futuro. Rispondo che la legge 133 prevede tagli a pioggia, e non volti ad eliminare gli sprechi insiti nel sistema universitario. Che la marcia indietro del Governo, il suo repentino passare da toni minacciosi ad una presunta apertura, è solo una conseguenza della nostra mobilitazione, dettata dalla paura di perdere il consenso dell’opinione pubblica. L’interesse di chi ci rappresenta non è migliorare il sistema, bensì rimanere a capo di esso il più a lungo possibile. Ora hanno paura, paura di chi si informa, di chi studia e vuole studiare, di chi ha le conoscenze per formulare un giudizio critico sulla società circostante.
    Dicono che siamo ignoranti e facinorosi. Ci danno persino dei violenti, imputando ad un corteo pacifico la responsabilità dell’aggressione a piazza Navona, e poi di nuovo ritrattando, perchè questi fatti in particolare sono troppo evidenti per essere manipolati. A questo governo non basta più nemmeno il controllo dei mass media per alterare la realtà, perchè le informazioni degne di questo nome viaggiano ormai sulla rete, impermeabili ad ogni forma di manipolazione o censura.
    Dicono che siamo strumentalizzati da centri sociali e partiti. E in realtà sanno perfettamente che l’Onda è eterogenea, che al suo interno convivono fianco a fianco individui con idee politiche diverse, dalle opinioni contrastanti, provenienti da ceti sociali spesso diametralmente opposti. Ma non possono dirlo, perchè fa troppa paura. E non c’è partito che ci possa rappresentare, perchè nella nostra trasversalità d’opinioni siamo e saremo sempre irrappresentabili.

    Ora, con le “disposizioni urgenti” studiate dal Ministero dell’Istruzione in seguito alle proteste provenienti dall’intero mondo della formazione (docenti e rettori compresi), vi è un parziale alleggerimento dei tagli e una posposizione dei provvedimenti sul turnover già paventati nella 133, con in più una parvenza di (pseudo) meritocrazia. Permane l’assenza di un qualsivoglia riferimento alle piaghe del clientelismo e dell’ereditarietà delle cariche, e resta l’inquietante possibilità di trasformare le università pubbliche in fondazioni di diritto privato.
    Se la parte di studenti che si è prontamente mobilitata avesse fatto come coloro che si sono totalmente disinteressati riguardo al proprio futuro formativo, adesso graverebbero ancora su di noi i provvedimenti stabiliti dalla legge 133/2008. Per provare a quantificare l’effettiva concretezza della nostra protesta, basti pensare che il dietrofront governativo salva centinaia di milioni di euro e migliaia di posti di lavoro, seppur solamente nel breve periodo.
    Ma a noi questo contentino non basta. Perchè una riforma dell’università realmente incisiva non può iniziare da un taglio alla spesa, anche se minore del previsto. Perchè in un sistema come il nostro i tagli non portano ad una tempestiva ricollocazione delle risorse disponibili, ma al contrario si ripercuotono sulla qualità del servizio offerto ai soggetti più deboli, le vittime, ossia gli studenti. Perchè le università private continuano a godere di ingenti sovvenzioni economiche da parte dello Stato; le quali, come lo stesso Berlusconi ha rassicurato, non subiranno riduzioni di nessun tipo.
    Perchè l’idea ripugnante che le università pubbliche, ridotte in fin di vita per la carenza di fondi, possano divenire fondazioni di diritto privato, fa a pugni con quello che dovrebbe essere il fondamento di ogni Paese democratico, ossia il diritto allo studio per ogni essere umano, ricordato peraltro dalla nostra Costituzione.

    L’Onda Anomala continua.

    afro
    Orso SIE
    Orso SIE


    Numero di messaggi : 20
    Data d'iscrizione : 26.10.08

    L'Onda Anomala continua Empty Re: L'Onda Anomala continua

    Messaggio  Orso SIE Sab Nov 22, 2008 9:54 pm

    yo fratello, sono con te

      La data/ora di oggi è Lun Feb 06, 2023 7:30 pm